Dal nostro blog Social nel Mondo: benvenuti nel 2020
21 dicembre 2019 | di Stefania Arpaia

Cosa accadrà nel 2020 nei social a livello mondiale? Se sei a caccia di spoiler, abbiamo qualcosa per te.
Numeri, numeri, numeri. Sono quelli che contano, quelli che tutti vogliono conoscere. Facciamo allora insieme un recap dello scenario social media con dati aggiornati che permettono di avere una concreta panoramica degli utenti attivi oggi, in Italia e nel resto del mondo.
#approfondimenti
Re indiscusso del pianeta è Facebook con un numero di utenti attivi mensili pari a 2.271 milioni, seguito da Youtube (1.900), Instagram (1.000) e Tiktok (500).
Il 2019 è stato un anno di crescita impressionante per il mondo digitale, soprattutto per l’accelerazione di Internet con un +366 milioni di nuovi utenti che sono approdati all’online. Il mobile prevale e garantisce tempi di permanenza più lunghi che mediamente si aggirano intorno alle 6 ore giornaliere. Un totale di oltre 100 giorni di tempo online ogni anno per ogni utente internet per uno scenario social a macchie di leopardo a livello mondiale, rispetto alla situazione italiana che abbiamo approfondito qui.

Re indiscusso del pianeta è Facebook con un numero di utenti attivi mensili pari a 2.271 milioni, seguito da Youtube (1.900), Instagram (1.000) e Tiktok (500). Spoiler alert: cosa accadrà nel 2020?
Su scala mondiale è più articolato definire dei macro trend comuni a tutti le regioni. Detto questo, è però possibili individuare delle tendenze che definiranno l’anno:
 
•   Consacrazione di TikTok. A velocità tripla rispetto all’Italia, anche nel mondo, nel 2020 ci sarà la consacrazione dell’ex Musically. Conta quasi 1 miliardo di utenti, perlopiù cinesi con il nome Douyin, americani (100 milioni) e indiani (250 milioni) ed è l’app più scaricata in assoluto. Solo nel primo trimestre 2019, TikTok ha raggiunto la cifra di 11,7 milioni di download. Un dato che ci si aspetta continuerà a crescere nel corso di tutto il 2020.
 
•   Linkedin, con il nuovo anno, punta alla scalata. Con ben 660 milioni di utenti attivi, sta continuando la sua avanzata in tutto il mondo. È l’unico social occidentale ufficialmente accessibile in Cina, oltre alla versione cinese di TikTok, dove sta ottenendo un discreto successo, considerata la difficoltà del mercato così ristretto dal punto di vista digitale. Nell’ultimo anno i suoi ricavi hanno registrato un aumento del 25% (pari a 371 milioni di dollari). L’engagement è in costante crescita, con un incremento del 22% delle sessioni all’interno della piattaforma. Dati importanti per un social della sua portata.

•   Facebook sempre più verso un target “anta”. L’indicazione giunge da una ricerca pubblicata sulla rivista «Computers in Human Behaviour» e sviluppata da due ricercatori del dipartimento di comunicazione della Pennsylvania State University. Lo studio, condotto su 352 persone di età compresa tra 60 e 86 anni, descrive la tendenza crescente negli anziani a utilizzare i social network: Facebook, nello specifico. Intervistata attraverso un sondaggio online, la popolazione ha rivelato quattro motivazioni per cui aveva deciso di sbarcare nel mondo dei social network: la necessità di mantenere integre le reti sociali, la volontà di costruire nuovi rapporti (seppur virtuali), la curiosità e il desiderio di seguire i percorsi di crescita di figli e nipoti: sostenuti a colpi di like, commenti e condivisioni delle immagini. Meno ricercati invece i giochi e la personalizzazione della propria pagina. Dati che cresceranno anche nel corso del prossimo anno.

•   Instragram è il social che crescerà più velocemente. A gennaio 2013 Instagram contava 90 milioni di utenti attivi. A settembre 2015 arriva l’annuncio che gli utenti attivi mensili sono circa 400 milioni. Il 21 giugno 2016 Instagram annuncia che gli utenti sono saliti a 500 milioni. Un tasso di crescita che definire esponenziale non è mera retorica. Il social infatti cresce 5 volte più rapidamente di tutti gli altri. Per fare un paragone che renda più chiara la crescita: negli USA i nuovi iscritti ai vari social network aumentano del 3%, i nuovi iscritti ad Instagram del 15.1%. Una crescita che, secondo le previsioni, rimarrà costante anche nel 2020.

•   Snapchat si terrà stretti i suoi users. Nel 2018 ha raggiunto i 186 milioni di utenti attivi ma la crescita ha rallentato dal momento del lancio di Instagram Stories. Nonostante ciò, Snapchat continua a registrare una forte partecipazione da parte dei ragazzi dai 18 ai 24 anni, l’82% controlla l’app ogni giorno e il 71% si collega più volte al giorno. Attualmente, il 57% dei contenuti è composto da video e il social ha raggiunto i 10 miliardi di visualizzazioni video giornaliere, con oltre 3 miliardi di Snap inviati al giorno. Numeri che fanno immaginare che l’app continuerà a tenersi stretta i propri utenti.

•   Le nuove app dei video corti. Occhi aperti perché all’orizzonte ci sono nuove app che daranno filo da torcere: le cosiddette short video apps. Tra queste segnaliamo: Firework, capace di combinare video orizzontali e verticali in un'esperienza visiva straordinariamente coinvolgente. Basterà ruotare lo smartphone durante la riproduzione di un video per rivelare colpi di scena inaspettati, finali a sorpresa e scene coinvolgenti. Acquistata da Google, è arrivata ad alla ragguardevole cifra di 100 milioni di download.
Likee, arriva dalla Cina, ed è uno dei concorrenti di TikTok. Con 81 milioni di utenti attivi, nuovi formati, filtri pazzi e ingaggianti: in soli 18 mesi è diventata la seconda app più usata per condividere brevi video. Kuaishou invece è considerata la seconda app di video brevi più popolare in Cina. Da semplice applicazione per realizzare video in modo facile e immediato, è diventata un ecosistema che integra giochi, piattaforma di vendite e produzione video Mobile e ha recentemente legato i suoi servizi a quelli di WeChat. Al 30 settembre scorso, Kuaishou ha dichiarato 195 milioni di utenti attivi giornalieri e 410 milioni di utenti attivi mensili, entrambi i numeri sarebbero aumentati di oltre il 54% su base annua. Una rivale di TikTok da seguire con attenzione.
 

In conclusione

Sono queste le novità da tenere d’occhio il prossimo anno. È uno scenario in continua evoluzione e del tutto imprevedibile. Non possiamo ancora dirvi con certezza quali saranno le tendenze da cavalcare ma conoscere i “numeri” attuali è fondamentale per comprendere il target potenziale da raggiungere con la vostra strategia di comunicazione. Una risorsa davvero preziosa.
Volete approfondire l’argomento e capire quanto sia potenzialmente ampio il bacino di persone che potete raggiungere con la vostra attività? Paliamone insieme.
#thedigitalproject

Hai individuato un'opportunità? Per realizzarla
siamo l'altra metà del cielo.